La nostra Storia…

 

 

Consiglio Direttivo

 

 

organizzazione:

 

Storia Universal

CENNI STORICI

 

Non è facile poter risalire a dati storici riguardanti la nascita ed il percorso della Società sportiva più longeva della nostra comunità: l’UNIVERSAL.  La sua costituzione trova radici nell’anno 1930, periodo questo, in cui disporre di UN pallone e di reti da mettere tra i pali delle porte non era così scontato o semplice.

Nasce cosi, su iniziativa di giovani calciatori scalpitanti, e la guida spirituale dell’allora Parroco del piccolo centro di Solaro, Monsignore Cattorini, la Società Sportiva UNIVERSAL, con lo scopo di esercitare tutti gli sport ed in particolare il giuoco del calcio, diffondendone la pratica.

1930 – 1939/1940 – Nel suo primo decennio di attività calcistica si pratica calcio a livello giovanile e, le prime gare, vengono disputate sul nostro territorio in zona Via Per Limbiate/Via Laghetto, su campi a dir poco improvvisati. Dopo circa un decennio, con l’avvento della seconda guerra mondiale, l’attività calcistica viene forzatamente sospesa.

1954 – 1964/65 –  Dopoguerra, sono gli anni della ricostruzione e l’interesse e la passione per il calcio riemerge con forza, riproponendosi quale attività sportiva e di svago per i giovani Solaresi. Viene ricostituita la Società ed alla sua guida viene eletto il Sig. Basilico Giuseppe Presidente per oltre un decennio, raccogliendo un ampio riconoscimento e consenso dagli sportivi Solaresi.

1965 – 1975/76 – Si rinnova la Società e con vecchi e nuovi consiglieri viene chiamato alla Presidenza e guida il Sig. Beretta Fernando. Sul campo a 7 dell’Oratorio S. Paolo si pratica calcio giovanile, utilizzando dapprima gli spogliatoi presenti nel seminterrato della vecchia scuola Regina Elena e, qualche anno dopo, nei nuovi spogliatoi realizzati sotto l’attuale palazzina del Bar dell’Oratorio S. Paolo.  Le magliette da calcio, rigorosamente curate e lavate dalla Sig.ra Basilico Giuditta (prima vera sostenitrice dei colori Giallo/Rossi), il pallone in cuoio, su campo bagnato, pesava talmente tanto da non riuscire a calciarlo a distanza maggiore di 10 metri. In occasione delle trasferte, ci si stringeva in sei all’interno delle vecchie Fiat 600 di Alfredo Basilico e Vismara Ernesto mentre, i più fortunati o “sgamati”, viaggiavano su Fiat 125 del Presidente.
Passa qualche anno e nell’Oratorio viene realizzato, grazie al sostegno della Parrocchia e la disponibilità del volontariato, un nuovo campo a 11 (in aggiunta al campo a 7 esistente). Campo dalle dimensioni e caratteristiche innovative per quei tempi, il tappeto erboso veniva curato e tagliato con la storica “BCS” e custodito gelosamente dall’addetto al campo Sig. Manucchi Emilio.

1976/77 – 1978 – Il consiglio direttivo insediato, elegge alla Presidenza  Luigi Castelnovo. Si partecipa ai primi campionati agonistici, cogliendo risultati che premiano il lavoro di Tecnici e Giocatori.

1978/79 – 1982 – Alla Presidenza viene rieletto il Sig. Beretta Fernando che guida la Società per quattro stagioni. A fine stagione 1981/82 a causa di motivazioni a tutt’oggi sconosciute, la Società non partecipa ai diversi campionati, lasciando un vuoto che sarà colmato all’inizio della stagione 1986/87.

1986/87 – 1994 – Nuova struttura Societaria con l’avvento alla Presidenza del Sig. Ranghetti Luigi che, unitamente ad un gruppo di appassionati per il calcio, fa riemergere l’attività calcistica, partendo con formazioni giovanili e partecipando al campionato di terza categoria nella stagione 1990/1991 per poi esser promossa in Seconda categoria nella Stagione 1992/1993.

1994/95 – 1998 –  Il paese conta più di 11.000 abitanti e le istituzioni locali, consapevoli della necessità di partecipazione alle attività sportive, mettono a disposizione della cittadinanza il nuovo Centro Sportivo Comunale, opera dalle notevoli dimensioni e invidiatoci da tanti Comuni a noi vicini. La parte riguardante l’attività calcistica viene data in concessione alla Società Universal, in questi anni guidata dalla Presidenza Fraglica Gaetano che non smentisce l’interesse per il Calcio, proponendo la prima edizione del Torneo “Città di Solaro”, quel Torneo che tante soddisfazioni da all’attuale dirigenza Societaria e che oggi, arrivato alla sua 20^ edizione, viene riconosciuto tra i più ambiti del circondario. Nell’ambito agonistico porta per la prima volta la Società Universal in Prima Categoria nel corso della stagione 1994/1995.

1998/99 – 2007 – Con l’avvento della Presidenza Borghi Giovanni nasce la prima Scuola Calcio a guida tecnica Maldera Attilio. Nel contempo, L’attività calcistica giovanile trova spazzi nel nuovo Centro Sportivo Comunale, sollevando da impegni la struttura dell’Oratorio S. Paolo. Cresce ulteriormente il numero di partecipanti alle diverse formazioni Universal e tale necessità viene pienamente accolta dalla nostra amministrazione Comunale che provvede alla realizzazione del campo in Sintetico con annessi spogliatoi, dotando quindi l’impianto di quanto necessario al raggiungimento degli obiettivi sportivi. Le diverse formazioni unitamente alla Presidenza ed al Consiglio, ripagano lo sforzo finanziario della Comunità, con rappresentatività e partecipazione di tantissimi giovani ai diversi campionati e manifestazioni.

2007/08 – 2014 – Si colgono soddisfazioni e risultati. Ciò, conseguentemente al grande impegno che la Società a Presidenza Giannini Tarcisio pone  verso l’attività Giovanile e quella Agonistica. L’avvicendarsi di figure tecniche competenti e capaci,  fortemente volute dalla nuova Presidenza, ci premia in termini di risultati e non solo. La prima squadra raggiunge l’ambito obiettivo della promozione nella cat. Promozione. Grosse soddisfazioni vengono colte nel settore giovanile che comincia a fare i conti con gli spazzi, questi sempre più stretti, tanto da dover utilizzare i campi coperti della Gestione “Giada”.

2014/15 – 2016 – La Società corre più di quanto possa fare ed a mettere ordine e chiarezza viene chiamato alla Presidenza il Sig. Cattafi Maurizio. Prioritario nella sua gestione il mantenimento degli obbiettivi prefissati dalle precedenti gestioni e volti alla crescita del settore Giovanile ed al consolidamento dei livelli delle Categorie nell’ambito Agonistico. Nascono nuove proposte che, avvallate dalla sua gestione, vedono nascere e raccogliere con grande successo e con numeri importanti, la nuova iniziativa denominata Universal City Camp. Una proposta volta ai piccoli calciatori nel periodo di vacanze scolastiche Luglio-Settembre con attività prevalentemente calcistica che però non disdegna momenti ricreativi e di studio. Tra le varie iniziative messe in atto dalla gestione in corso, va messa in evidenza l’importante accordo di affiliazione con una società professionista come L’Atalanta Bergamasca, scelta voluta fortemente dalla direzione Universal e dal suo staff, in quanto consentirà di rafforzare e valorizzare al meglio, quel processo di crescita volto alla valorizzazione del settore giovanile. Cosa questa, che una Società come L’Atalanta ha saputo nell’arco della sua storia calcistica, fare con grande passione e capacità infatti i  risultati ottenuti lo dimostrano,classificandosi come prima società in Italia per aver fatto esordire nel maggior campionato la percentuale più alta di calciatori provenienti dalla primavera.

E’ importante ad oggi, a campionati in corso, l’attività è in pieno svolgimento con gli oltre 350 tesserati che settimanalmente calpestano i diversi campi di calcio e vestono i colori Sociali dell’Universal

In questi suoi 86 anni di storia sono tantissime le generazioni che hanno indossato la maglietta con i colori Sociali da sempre Giallo/Rossi della UNIVERSAL , cosi come tante sono le persone che hanno contribuito al proseguo dell’attività sportiva, migliorandone gli impianti ed i risultati.

Abbiamo voluto, con queste poche righe e con un pizzico di presunzione, trasmettere una piccolissima parte del trascorso di una piccola Società di calcio poi diventata grande qual è stata ed è l’Universal. Abbiamo fatto cenno alle figure istituzionalmente di rilievo ma, nei nostri cuori resteranno scolpite quelle figure (e sono veramente innumerevoli) che non abbiamo citato e ciò a non voler far torno ad alcuna.

A loro, ed a quanti consentiranno il proseguo di questa nostra passione per il calcio, va’ da subito il nostro grazie di cuore.